sabato 21 novembre 2009

GLI INTRADUCIBILI: SAMAR



L'intraducibile di oggi lo è davvero, nel senso che è una parola da una cultura e da una lingua per noi (per me) molto lontane: l'arabo. Ho trovato questa espressione nel bellissimo libro L'harem e l'Occidente di Fatema Mernissi, edito da Giunti (la mia edizione è del 2000) . Samar, ci spiega l'autrice, è "il gioco del linguaggio nel cuore della notte"; è (anche) una sorta di seduzione atraverso la cultura e le parole: Fatema M. ne parla, in particolare, con riferimento alla mitica Shahrazad, molto lontana dal prototipo di donna "dell'harem" tramandato da noi occidentali: lei seduce, infatti, soltanto con le sue parole, con i suoi racconti, insomma...con la testa. Ma questo sarà un altro post lol.

Torniamo a samar, che ha un significato più esteso. Lo lascio spiegare all'autrice del libro:


"Samar è una delle molte parole arabe cariche di sensualità: significa semplicemente parlare nella notte. Parlare dolcemente nella notte può aprire la via a sensazioni incredibili per entrambi i partners. Il samar raggiunge la perfezione nelle notti di luna: 'l'ombra della luna' (dhill-al-qamar) è un altro significato di samar. Nell'ombra della luna, gli amanti si dissolvono nella loro origine cosmica e diventano parte dello splendore celeste. Nell'ombra della luna, il dialogo tra uomo e donna, difficile come può sembrare in pieno giorno, diventa possibile. La fiducia tra i sessi ha più di una chance di fiorire quando l'ordine diurno, teso al conflitto, si attenua. Questa è la speranza che i seguaci del samar sembrano coltivare".

FATEMA MERNISSI


Due parole sull'immagine che ho scelto. Le solite "Arabian Nights", oltre ad essere banali e stra-viste, facevano smaccatamente riferimento al sesso, come se fosse quello l'unico "dialogo nella notte" possibile tra uomo e donna.

La figura rappresenta il samar come me lo immagino io, dopo aver letto l'avvincente spiegazione di Fatema M.:

Uomo e donna fanno un viaggio insieme. Per strada litigano quasi sempre; battibeccano per futili motivi, oppure sono arrivati quasi ad odiarsi, per gravi motivi. Poi scende la notte; si fermano. Uno dice qualcosa all'altro (su un libro letto? sul paesaggio? su una frase bella che ha sentito pronunciare?); l'altro gli risponde. Si guardano. Improvvisamente, si capiscono.

7 commenti:

  1. Ottima scelta per l'immagine.

    Hai ragione "Samar" é tutto: passione, complicità, sorrisi, lacrime, pensieri, idee, sesso anche certo, ma non solo. Samar é respiri, vita.

    Samar é intimità, e non é necessario essersi scannati durante il giorno però, a mio avviso LOL :-)))

    RispondiElimina
  2. Ho conosciuto la Mernissi tramite i suoi libri seguendo il corso "Donne, Politica e Istituzioni", presso l'ateneo udinese.
    Al termine del corso c'era da fare una tesina ed io scelsi la letteratura e le donne musulmane. E conobbi lei. E non solo lei.
    C'è una letteratura veramente ampia rispetto il ruolo della donna (in generale) musulmana (molta) e la sensualità (altrettanto e di consiglio anche Nedjima...."LA Mandorla", soprattutto).
    A me stuzzica molto il discorso che fai sulla traduzione di samar...
    a volte ho la sensazione che certe parole siano semplicemente mondi che aprono su mondi. Intimità, vicinanza, percezioni.
    Non conosco l'arabo ma..se è profondamente ricco come lo è la lingua inglese... c'è davvero da che perdersi nei suoi meandri...

    RispondiElimina
  3. Dimenticavo.... riprende il concetto..a modo suo... anche David Grossman in "Che tu sia per me il coltello"........ in find ei conti, a modo suo, con il suo linguaggio... anche D.H. Lawrence...

    RispondiElimina
  4. @ Occhi di Notte: mi sembrano esperienze molto interessanti, spero che ci farai sopra un post lol. Poi mi piace il raffronto che fai tra lingua araba ed inglese: solo in apparenza un confronto audace; in realtà, secondo me, hai ragione ad individuare in entrambe una straordinaria ricchezza lessicale, soprattutto nella semantica delle emozioni e dei sentimenti - per l'inglese lo so, per l'arabo penso che sia così :-).

    RispondiElimina
  5. "La fiducia tra i sessi ha più di una chance di fiorire quando l'ordine diurno, teso al conflitto, si attenua"
    Samar è intraducibile, ma arriva dritto al cuore!

    Grazie Licia :)

    RispondiElimina
  6. Molto belle queste considerazioni. Parlare nella notte, ma andando...

    RispondiElimina
  7. @ Gaz: grazie a te, sono molto contenta che ti piaccia questo samar così esotico, eppure così vicino.

    @ Alberto: ti ringrazio, quella del viaggio è una mia interpretazione personale di "samar" e quindi mi fa piacere che ti piaccia lol.

    RispondiElimina

I vostri commenti mi fanno molto piacere. Se siete Gentle Readers ma non Gentle Bloggers, potete cliccare su "Nome /URL" ed inserire un vostro "nick" nel campo "nome"; in questo modo potete, se lo desiderate, mantenere il riserbo sulla vostra identità, evitando però l'antipatica dicitura ANONIMO. Se queste spiegazioni sono incomprensibili commentate come volete, purché ovviamente nel rispetto di tutti; mi fa comunque piacere aver suscitato il vostro interesse.