martedì 16 giugno 2009

ACQUA DISIDRATATA E BRODO DI POLLO

So per certo che alcuni tra voi, gentle Readers and Bloggers, sono cuochi/e provetti e raffinati.

Altri ancora avranno mamme, mogli/mariti, fidanzate/i, amanti o aspiranti tali che vi preparano buoni piatti, chiedendo in cambio solo uno sguardo di approvazione dopo il pronto e vorace consumo degli stessi.

Ma forse c'è anche qualcuno che compra quei...tremendi...prodotti "pronti" da cucinare...budini, zuppe, risotti liofilizzati...sapete di cosa sto parlando? Tempo fa un'opinionista inglese faceva notare come le istruzioni per cucinarli diventino sempre più dettagliate, soprattutto negli Stati uniti, dove è facile che ci siano denunce collettive per danni provocati da scarse istruzioni sull'usodi un prodotto. Ad esempio: "Mettere due cucchiaini di cioccolato in polvere in fondo alla tazza, versarvi sopra il latte bollente; attendere che si raffreddi un poco, quindi bere". Il corsivo è mio. La giornalista immaginava uno scenario in cui tali istruzioni prendessero per così dire il sopravvento, diventando mano a mano sempre più dettagliate...magari proseguendo:"...dopo aver bevuto, sedersi davanti alla t.v., mettere i piedi sul tavolino, scegliere un telefilm..." ecc.

Bene, ora il nostro amico Peter Jones, professore emerito e pervicacemente anti-internet (per ora lol), propone due prodotti sulla linea di quelli "pronti al consumo".

Innanzitutto, complimenti per aver scelto due tra nostri migliori prodotti. Voi sì che siete dotati di discernimento ed acume. Ve li presentiamo meglio:

Acqua disidratata
(utilissima in campeggio, al mare e in tutte le situazioni in cui serve molta acqua).
ISTRUZIONI: aprite la busta e versatene con cura il contenuto in un grosso secchio, facendo attenzione a che non si disperda (l'acqua disidratata è completamente trasparente e priva di peso).
Aggiungete abbondante acqua fresca.
Attendete un quarto d'ora; mezz'ora se si tratta di un secchio particolarmente grande.
Voilà! La vostra acqua è pronta.

Brodo di pollo
(se amate il brodo di pollo come lo facevano le nostre nonne, non potrete più farne a meno).

ISTRUZIONI: Versate il contenuto della busta (sale e pepe n.d.r.) in una grossa pentola. Aggiungete acqua a volontà e portate ad ebollizione. Aggiungete quindi un bel pollo e fate cuocere a fuoco lento per circa quaranta minuti.
Il brodo di pollo è pronto!
Servite ben caldo, ma state attenti a non scottarvi.
Dopo cena abbraccciate la persona amata e state a vedere che succede.

Ehm scusate, le istruzioni hanno preso ancora il sopravvento...ignorate pure l'ultima frase.

Va beh dai, stasera ero stanca ma non volevo lasciarvi soli.

13 commenti:

  1. E io che pensavo di avere già tre commenti! Grazie del passaggio comunque.

    RispondiElimina
  2. Eh già quando non si conoscono le vere cause dei problemi, si finisce col cercare di correggere gli effetti ma, dato che non funziona, tocca sempre aggiungere delle correzioni...
    Penso che il problema di fondo sia che abbiamo perso di vista la scienza ed abbiamo finito col definire scientifico delle semplici opinioni ma da fonti autorevoli...
    Chissà quanta acqua disidratata dovremo bere ancora...
    Bentornata, Licia!
    Enrica

    RispondiElimina
  3. Davvero troppo divertente!

    Mi hai rallegrato la serata :)

    Clelia

    RispondiElimina
  4. @ Enrica: grazie del tuo bellissimo commento. Nel post volevo alludere anche a qualcosa di più "serio", a come veniamo presi in giro ormai quotidianamente; grazie per averlo capito e detto. Ciao!

    RispondiElimina
  5. @ Clelia: grazie! e benvenuta:-))

    RispondiElimina
  6. Premesso che, per quanto mi riguarda, io vivo solo e sto bene anche se non ho qualcuna che mi venga a preparare nulla, passo al commento del tuo post più nello specifico.

    In primis scusami per questa ecatombe di commenti canncellati, se vuoi falli pure sparire; il problema é che sto cercando di commentare il tuo post da un po' ma faccio davvero molta fatica perché non riesco davvero a seguirti nelle tue considerazioni.

    Mi spiace dirti che trovo sinceramente la metafora che tu sostieni di aver scritto, debole e poco convincente.

    Spesso, va detto, facciamo del vittimismo e non riconosciamo i nostri errori.

    Inoltre poi, secondo me, cercare di far passare il "brodo di pollo" come "pastasciutta" sperando che qualcuno ci creda, ritengo sia un'impresa davvero ardua.

    Per quanto mi riguarda poi, vista la premessa iniziale, devo dire che sono fortunato e che questa situazione ha anche i suoi vantaggi dato che posso evitare che mi venga eventualmente servito il brodo di pollo che, detto tra noi, proprio non amo LOL!

    PS. scusa ancora per tutti questi commenti cancellati, ripeto falli pure sparire se vuoi erano solo tentativi non convincenti, almeno per me, di esprimere al meglio il mio pensiero

    Buonanotte
    Daniele

    RispondiElimina
  7. Simpatico! Le istruzioni per l'acqua disidrata mi hanno fatto scompisciare.

    @Daniele: non ho mica capito cosa ti è successo:-), i commenti mica sono obbligatori...

    RispondiElimina
  8. PER LUPO: scusa ma semplicemente non ero d'accordo e cercavo il modo migliore per esprimermi. Diciamo che il post mi ha come infastidito per un concetto che non condividevo e mi sembrava stereotipato e volevo esprimerlo facendo però capire chiaramente che il mio dissenso era sul tema e non su altro visto che si trattava di un argomento molto personale penso di intendere per la blogger. Credo sia lecito. E poi mi sono incasinato con gli invii e poi scusa ognno decide per sé. E cmq scusa ma stiamo occupando uno spazio altrui per una risposta che avrebbe casomai dovuto darmi Licia
    Ciao :-)
    Daniele

    RispondiElimina
  9. @ tutti: wow, la prima querelle sul mio blog! e per un post sul brodo di pollo lol!
    A parte gli scherzi, io qui scrivo per passare e far passare momenti piacevoli, non certo per offendere qualcuno. Farò quindi alcune precisazioni (tanto la maestrina, prima o poi, viene sempre fuori sigh).

    Quando ho scritto il post non volevo dimostrare nulla, ma solo divertirmi, anche nel senso di distrarmi. Infatti mi sono divertita a scriverlo. Poi mi è venuto in mente che avrei potuto aggiungere una frasetta del tipo "Anche i nostri politici ci propinano acqua disidratata", ma ormai il post era fatto e poi lo volevo così, più leggero.
    Per questo ho ringraziato Enrica che, quasi telepaticamente, ha intuito che volevo alludere ad altro (di socale non di personale). Però mi hanno fatto altrettanto piacere Clelia e Lupo Selvatico, che hanno colto in maniera immediata l'umorismo del post - cominciavo a temere che facesse sorridere solo me.
    Quanto al Rockpoeta, lo stimo così tanto e mi ha lasciato in passato dei commenti così belli, che mi basta attirare la sua attenzione. Per me può lasciarmi anche venti commenti e poi cancellarli perché ha cambiato idea lol.
    Comunque Daniele, vado a cancellare i primi che hai scritto, più che altro perché falsano il numero dei commenti ed io mi vanto di essere una honest blogger.

    RispondiElimina
  10. Grazie Licia. Avevo interpretato male il post allora e me ne scuso.

    wow un vero e proprio misunderstanding giusto :-)))?

    RispondiElimina
  11. "Acqua disidratata"
    Questa supera lo storico paradosso del cretese Epimenide. Un'idea che più geniale non si può. In ogni senso. Ne parlerò da qualche altra parte, e a voce. Ciao Licia.

    RispondiElimina
  12. Lungi da me l'idea di aprire una querelle con il rockpoeta (al massimo gli mozzico il naso dal vivo, visto che avrò l'occasione di vederlo in questo weekend), solo che è la prima volta che lo vedo intortarsi da solo sui commenti:-)))))

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

I vostri commenti mi fanno molto piacere. Se siete Gentle Readers ma non Gentle Bloggers, potete cliccare su "Nome /URL" ed inserire un vostro "nick" nel campo "nome"; in questo modo potete, se lo desiderate, mantenere il riserbo sulla vostra identità, evitando però l'antipatica dicitura ANONIMO. Se queste spiegazioni sono incomprensibili commentate come volete, purché ovviamente nel rispetto di tutti; mi fa comunque piacere aver suscitato il vostro interesse.